Il restauro di un divano B&B Le Bambole o Coronado è dare nuova vita ad un oggetto capolavoro del design italiano degli anni ’50.

divano B&B Le Bambole

Nel 1966 l’imprenditore Piero Ambrogio Busnelli decide di rivoluzionare il design dell’arredo.
L’idea è di fare un salto dalla lavorazione artigianale del mobile alla produzione industriale, utilizzando nuovi materiali, nuove logiche commerciali, nuove tecnologie.
Per fare questo si allea con Cesare Cassina e insieme fondano la C&B.
“Nessun dipendente Cassina, nessun maestro tappezziere che pensi di sapere come si fa una poltrona, perché qui si tratta di farle in modo diverso”: questa la regola che si danno i due soci.
Intanto in Germania, nella realtà industriale a loro contemporanea, la Bayer sta iniziando a commercializzare il poliuretano, in quel momento un materiale plastico modellabile ancora tutto da scoprire nelle sue potenzialità.

Grazie alla collaborazione con Tobia Scarpa e la moglie Afra Bianchin nasce nel 1966 il divano Coronado, struttura in acciaio, imbottitura di poliuretano e fibra di poliestere Dacron della DuPont che reinterpreta il classico divano capitonné.
La ricerca continua nello stesso anno con Mario Bellini che realizza per C&B la poltrona Amanta, composta da una struttura in poliestere, rinforzata con fibra di vetro e mitigata da rassicuranti cuscini.
Appena 6 anni dopo grazie alla collaborazione e il design di Mario Bellini viene messo in produzione il divano e poltrona Le Bambole che viene presentata al pubblico attraverso una foto di Oliviero Toscani che costituisce una novità nel modo di comunicare un prodotto.

divano B&B Le Bambole

Nel 1973 Busnelli rileva le quote di Cassina e modifica il nome dell’azienda in B&B Italia (dove il primo B, indicava con ironia le banche che gli avevano dato aiuto nell’iniziativa), commissionando il progetto della sede a Novedrate (CO) ad un giovane Renzo Piano, allora ventitreenne associato a Richard Rogers.
Ad oggi, dopo più di 50 anni, questi prodotti sono entrati nella storia del design italiano e vengono considerati universalmente pezzi unici.

restauro B&B Le Bambole Scandaletti

Il restauro degli oggetti di design è una disciplina relativamente nuova.
Qualunque intervento di ripristino si basa sul pieno rispetto dell’aspetto e dell’estetica degli originali, migliorandone, dove necessario, la qualità interna: il senso dell’opera va conservato e nuovamente rivitalizzato tenendo conto dei materiali, spesso innovativi, che la compongono.
Nel nostro laboratorio ci prendiamo cura di questi pezzi unici.
Che cosa facciamo?
Prendiamo ad esempio proprio le due opere che abbiamo appena menzionato.

Restauro del divano B&B Le Bambole

  • Sostituiamo la fodera esterna riproducendone una nuova grazie ai nostri tappezzieri specializzati. Il rivestimento viene scelto dal cliente da un’ampia selezione di aziende che collaborano con noi fornendoci una vasta gamma di tessuti o pellami. In caso di rivestimento in pelle privilegiamo l’utilizzo di pellami naturali tinti all’anilina senza cromo.
  • Sostituiamo o ripristiniamo l’imbottitura della seduta con una nuova realizzata in materiale indeformabile tipo Lympha 40 rivestita in Dacron DuPont.
  • In caso necessità sostituiamo l’imbottitura interna deteriorata con poliuretano espanso ad alta densità tipo SR75.
restauro bambole scandaletti

Restauro del divano B&B Coronado

  • Sostituiamo il rivestimento, che viene scelto dal cliente rispettandone le esigenze. Le fodere possono essere realizzate nelle diverse tipologie di tessuto o con pellami naturali tinti all’anilina senza cromo. Il rivestimento è fisso e non sfoderabile.
  • Sostituiamo la cuscineria con l’utilizzo di un’anima interna in Lympha 40 rivestita in Dacron DuPont. A seconda dalle diverse esigenze dei nostri clienti la rigidità della cuscineria può essere modificata secondo specifiche richieste.
restauro Coronado B&B
divano coronado restauro